InstruttoreSpeha
TipoCorso Online
Prezzo€ 1350
Compra oraPrenota Ora

Richiedi Info

Nome*

Email*

Messaggio



Ho preso visione dell'intera privacy e cookie policy del sito e acconsento al trattamento dei miei dati, ai sensi del Regolamento UE 2016/679 GDPR sulla protezione dei dati personali.

ISCRIZIONE APERTE PRESSO LA SEDE DI ROMA al Corso di qualifica per “Formatore Facilitatore dei processi di apprendimento” che la Speha Fresia avvierà il 12 e il 13 novembre 2021 (ove raggiunto il numero minimo di iscritti). Il corso si terrà il venerdì e il sabato ogni 15 gg. per facilitare quanti già lavorano e vogliano ottenere una qualifica riconosciuta sulla base dello standard formativo della Regione Lazio.

 

Profilo professionale

Il Formatore facilitatore dei processi di apprendimento opera nei sistemi educativi, formativi e nelle organizzazioni, realizzando analisi dei fabbisogni, progettazione ed erogazione di percorsi rivolti alla trasmissione ed allo sviluppo delle competenze, al cambiamento organizzativo ed alla valorizzazione del patrimonio di sapere già posseduto dai destinatari degli interventi. Nelle proprie attività ricorre in modo integrato ad una pluralità di metodi e strumenti, fra cui la formazione a distanza, attraverso approcci contestuali ed individualizzati, interagendo con le diverse professionalità presenti.

Il profilo è stato di recente aggiornato dalla Regione Lazio (DD G16339del 28/12/2020) che ne ha definito anche uno standard formativo minimo che alleghiamo per consultazione.

Sbocchi occupazionali

Il formatore facilitatore dei processi di apprendimento ha la possibilità di collocarsi in molteplici contesti settoriali, aziendali e professionali, in cui è richiesto di svolgere compiti di formazione (progettazione, conduzione e valutazione degli interventi formativi), di orientamento e di tutoring professionale (on line e d’aula) rivolti a soggetti in età evolutiva ed adulta, anche in relazione a soggetti a rischio e/o categorie vulnerabili. Inoltre come facilitatore e conduttore di gruppi può agire per facilitare processi, mediare dinamiche di gruppo e far emergere competenze e sollecitare momenti di apprendimento in contesti di gruppo tanto in ambito aziendale che comunitario. In considerazione della capacità di questa figura professionale di operare in una realtà caratterizzata da processi di accelerazione del cambiamento sociale, culturale e del mercato del lavoro e di gestire innovazioni didattiche e tecnologiche (FAD, DAD, ecc.), gli sbocchi professionali sono inerenti principalmente ai seguenti ambiti:

  • Centri di formazione professionale e il mondo della istruzione e formazione professionale in tutte le sue articolazioni, fuori e dentro al sistema formativo obbligatorio, all’interno di progetti nazionali ed internazionali;
  • Centri di educazione degli adulti (educazione continua, ricorrente, permanente) nei servizi dell’ente locale, dei centri di promozione culturale pubblici e privati;
  • Imprese ed aziende, in particolare per quanto attiene la conduzione di progetti di formazione all’interno delle imprese;
  • Agenzie per il lavoro ed enti (pubblici e privati) di formazione e riqualificazione professionale;
  • Associazioni, cooperative ed agenzie del terzo settore;
  • Agenzie specializzate nella progettazione e realizzazione di materiali editoriali e supporti tecnologici (multimediali, telematici…) per l’educazione continua e per la istruzione e formazione professionale;
  • Progetti pubblici o del privato sociale di attivazione e facilitazione di processi di partecipazione e cittadinanza attiva nei territori

 

Attestazione in esito ad esame pubblico

Il Corso è autorizzato alla Speha Fresia e riconosciuto dalla Regione Lazio, prevede un esame finale tenuto da una commissione regionale per il rilascio del certificato di qualificazione professionale, ai sensi del D.lgs. 13/2013.

Requisiti di accesso 

Per accedere al corso occorrono i seguenti requisiti:

– Laurea triennale o titolo superiore.

– Per i cittadini stranieri, conoscenza della lingua italiana almeno al livello C1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue, restando obbligatorio lo svolgimento delle specifiche prove valutative in sede di selezione, ove il candidato già non disponga di attestazione di valore equivalente.

– I cittadini extracomunitari devono disporre di regolare permesso di soggiorno, valido per l’intera durata del percorso o di dimostrazione dell’attesa di rinnovo, documentata dall’avvenuta presentazione della domanda di rinnovo del titolo di soggiorno.

 

Durata

Il Corso ha una durata complessiva di 328 ore, di cui: 228 ore di aula e 100 di tirocinio curriculare.

Delle 228 ore d’aula 160 saranno in presenza (misure anticovid permettendo) e 68 in fad asincrona (programmata e fruita individualmente ed assistita da un tutor di fad). Il corso seguirà un calendario quindicinale (un we si e uno no) di 16 ore, 8 ore il venerdì e 8 ore il sabato, impegnando per un periodo di circa 5 mesi, da metà novembre 2021 a metà aprile 2022. Al termine dell’aula avrà luogo lo stage che potrà essere svolto anche tutti i giorni dal lunedì al venerdì secondo orari da stabilire in accordo con le strutture ospitanti. Il corso richiede pertanto un impegno, incluso lo stage, di 6 mesi e mezzo. La data di esame finale per la certificazione è prevista entro giugno 2022.

Competenze da acquisire nel corso

Le capacità e abilità del Formatore Facilitatore degli apprendimenti sono definite all’interno delle 5 Unità di Competenza in cui si articola il Profilo professionale che potrete scaricare alla fine del documento.

Team di Formatori Speha Fresia

Tutti i formatori del corso sono esperti con laurea in ambito psico-sociale ed educativo con lunga esperienza nella conduzione di gruppi e nella formazione d’aula e con un’esperienza di formazione che va dai 10 ai 25 anni. Inoltre l’equipe di formatori è fortemente affiatata, forte di una collaborazione ultradecennale e con un’esperienza pregressa di docenza in corsi formazione formatori già svolti per vari enti formativi. Le caratteristiche del corpo docente e l’approccio teorico-pratico del corso lo rendono altamente professionalizzante.

 

METODOLOGIA DIDATTICA:

La cornice metodologica dentro la quale il corso si muove è quella della formazione riflessiva. Questo approccio formativo si connette alla convinzione che sempre di più ci troviamo di fronte, specialmente nei settori innovativi del sistema economico e sociale dove maggiori sono le variabili in gioco e più alta l’incertezza, a professionalità riflessive piuttosto che meramente tecniche. Professionalità che non si nutrono semplicemente di contenuti tecnici e procedure ma che fanno della flessibilità, della capacità di apprendere dall’esperienza e di agire strategie di adattamento creativo, il proprio punto di forza fondamentale[1]

La formazione riflessiva prende piede dal presupposto che l’esperienza concreta sia nella sua forma esterna (la pratica) sia nella sua forma interna (la dimensione emotiva), se filtrate e accompagnate attraverso un processo riflessivo, sono base fondamentale dell’apprendimento degli adulti [2]. Da questo punto di vista si punta sulla formazione “integrale” della persona in quanto corpo e mente, cognizione ed emozione, si accompagna tanto il sapere che il saper fare e il saper essere in situazione dal punto di vista organizzativo.  La formazione sarà  dunque  realizzata valorizzando le esperienze e i vissuti dei partecipanti e offrendo stimoli e informazioni che si possano collegare con la loro esperienza concreta. L’obiettivo è quello di favorire una riflessione collettiva che a partire dai propri percorsi tenda a sistematizzare le buone prassi e a introdurre nuovi spazi di riflessione e pratiche collettive innovative, oltre che a fornire nuovi stimoli e strumenti. A tal fine sono fondamentali le metodologie attive che ci permettono di agire percorsi laboratoriali e sperimentarci sul piano esperienziale quali:

 

  • Presentazione di casi;
  • Esercitazioni;
  • Role playing e simulate;
  • Metodologie narrative;
  • Brainstorming;
  • Attività riflessive con l’uso della metafora;
  • Uso del cinema e delle immagini in ottica riflessiva;
  • Giochi d’aula.

Ovviamente queste metodologie formative saranno nello stesso tempo utilizzate nel corso ma anche contenuto di alcune unità didattiche oggetto di formazione e sperimentazione da parte degli allievi stessi. Ogni attivazione, gioco d’aula o esercitazione verrà spiegata sul piano metodologico e tecnico oltre che agita in aula.

Inoltre è previsto un momento fondamentale alla fine del corso nel quale a ogni allievo verrà chiesto di preparare un intervento formativo, accompagnato nella preparazione da uno dei formatori del corso e che poi proporrà al resto del gruppo. La performance dei diversi allievi verrà ripresa con una telecamera e sarà oggetto di feedback e riflessione con il formatore/tutor di riferimento. In questa occasione sarà possibile osservare la comunicazione verbale, non verbale e paraverbale, la conduzione del gruppo, la gestione delle tecniche formative, ecc.

Infine all’inizio del percorso formativo, al momento della costruzione del patto d’aula, verrà, per quanto possibile, personalizzata l’offerta in base alle aspettative ai bisogni e alle caratteristiche del gruppo d’aula. Questa personalizzazione verrà costantemente monitorata lungo il percorso.

Come prescritto dallo standard formativo del profilo, inoltre: “Le Unità di risultati di apprendimento vanno realizzate attraverso attività di formazione d’aula specifica e metodologia attiva, utilizzando attrezzature professionali ed idonei spazi attrezzati. In particolare, le Unità n. 7, 8, 9 e 10 prevedono lo svolgimento di esercitazioni individuali/di gruppo, quali studio di casi e lavoro di progetto”.

 

La Formazione a distanza

Delle 228 ore d’aula, 68 sono previste in FAD che sarà curata dalla stessa equipe di formatori in modo da permettere momenti di confronto in presenza anche su temi ed esercitazioni applicative che vengono trattati in Fad. Ovviamente saranno gestiti in presenza in particolare quelle tematiche sulla conduzione d’aula sulla comunicazione e facilitazione dei gruppi che necessitano un’esperienza di contatto concreto con il formatore e con il gruppo.

 

Modalità di accesso e costo

È possibile iscriversi al corso mediante invio di richiesta scritta di partecipazione e previa verifica da parte del personale di Speha Fresia del possesso dei prerequisiti richiesti.

Potrete telefonare dal 1 settembre 2021 al numero (+39) 06.45507650 della Sede formativa di Speha Fresia sita in Piazza Fernando De Lucia, 35 Roma dalle ore 9,00 alle 13,00 e dalle ore 14,00 alle ore 17,00 dal lunedì al venerdì e/o inviare, gia da ora, una e-mail all’indirizzo corsiprivati@speha-fresia.it. Contenente la richiesta ed i vostri recapiti per essere da noi ricontattati.

Il costo del corso è di 1.350,00 euro e potrà essere versato in 5 rate. La prima pari a 350 euro, andrà versata all’atto dell’iscrizione. Le restanti 4 rate, pari a 250 euro ciascuna, saranno versate a cadenza mensile e comunque entro il termine delle ore d’aula.

 

 

Il riconoscimento dei crediti formativi

Il corso potrà, ove richiesto, essere preceduto da un servizio preliminare di individuazione, messa in trasparenza e validazione delle competenze pregresse possedute dai richiedenti al fine del riconoscimento di crediti formativi di ammissione e/o di frequenza. Tale percorso potrà facilitare l’accesso a coloro che pur avendo le capacità, le esperienze e i requisiti di conoscenza richiesti non siano in possesso del titolo di studio formale previsto (laurea triennale) o lo abbiano conseguito nel loro paese di provenienza e non venga riconosciuto nel nostro paese (credito di ammissione); potrà altresì consentire a chi ha già maturato, anche in contesti informali, alcune conoscenze ed abilità previste nei risultati di apprendimento del corso, una partecipazione personalizzata allo stesso, nel caso del credito di frequenza (fino ad un massimo del 40% delle ore d’aula e con riduzione e/o azzeramento dello stage nei casi di pluriennale esperienza documentabile nel campo).

Il servizio sopra indicato è fornito da operatori abilitati ed iscritti al Registro Regionale, è a pagamento (secondo gli standard economici stabiliti dalla Regione Lazio) e va richiesto ed avviato almeno un mese e mezzo prima della data di avvio del corso.

Sono altresì previsti alcuni crediti di frequenza con valore a priori (al momento dell’iscrizione e solo esponendo la documentazione richiesta) per laureati nelle classi: L19 Lauree in Scienze dell’Educazione e della Formazione; LM57 – Laurea Magistrale in Scienze dell’Educazione degli Adulti e della Formazione Continua; LM85 – Laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche; LM93 – Laurea Magistrale in Teorie e Metodologie dell’E-Learning e della Media Education o equipollenti

Un Credito di frequenza con valore a priori è previsto inoltre per i responsabili del presidio del processo di “Direzione” degli organismi accreditati alla formazione e per coloro che sono in possesso di abilitazione all’esercizio della funzione di individuazione e messa in trasparenza delle competenze, su quelle specifiche materie.

 

Lo stage

Il corso prevede al termine del percorso d’aula l’effettuazione di uno stage della durata di 100 ore presso enti formativi accreditati ed organizzazioni educative che saranno scelti tenendo conto sia degli interessi specifici dell’allievo sia in considerazione della logistica volta a facilitare la loro presenza presso l’ente ospitante. Lo stage fornirà la possibilità di sperimentare in contesto di lavoro quanto appreso in aula mediante la guida ed il supporto di un tutor dell’ente ospitante.

 

Contatti e sede formativa

Speha Fresia soc. cooperativa – Ente formativo accreditato
Piazza Fernando De Lucia, 35 (V piano)
e-mail: corsiprivati@speha-fresia.it  e info@speha-fresia.it
Orari di apertura segreteria: lunedì-venerdì 9-13; 14-17.

Locandina Corso

Standard Professionale

Standard minimo Formativo