INCLOOD – Workshop “Quartieri inclusivi” Roma 14/15 Novembre 2016

Il progetto, “INCLOOD – Inclusive Neighbourhoods: Researching opportunities for intercultural learning”, è promosso dall’associazione di Graz denominata “Inspire” e finanziato dall’Agenzia Nazionale Austriaca di Erasmus+ 2016, Azione Chiave 2, Partenariati Strategici di piccola scala per lo Scambio di Esperienze e Buone Pratiche. Il partenariato onta altri 5 paesi partner. Oltre all’Italia, con Speha Fresia, e all’Austria, con Inspire, ci sono anche la Germania (Associazione Sozial.Label), la Svezia (Università popolare di Uppsala), e la Svizzera, con la Federazione nazionale di Formazione Continua.
Gli obiettivi che intendiamo raggiungere attraverso gli incontri di scambio con i partner europei sono:
A. Rispondere al bisogno di rafforzamento delle competenze dei formatori e degli operatori sociali che lavorano con i migranti per aumentare le occasioni di contatto tra i cittadini della società ricevente e i nuovi cittadini dei Paesi Terzi.
B. Analizzare e selezionare metodi e strumenti che rendano espliciti e tangibili gli impatti generati da iniziative di inclusione efficaci.
C. Analizzare e selezionare metodi e strumenti che rendano espliciti e tangibili i benefici alla comunità in termini di benessere e sicurezza.
Per iniziare a sviluppare gli incontri di scambio il 14 e 15 Novembre si terrà a Roma il 1° Meeting del Progetto Inclood.
Di seguito riportiamo il programma della due giorni che prevede la realizzazione di tre incontri presso sedi di strutture che lavorano con i migranti:
1. Lunedì 14 novembre 2016 – Ore 10.30/13.00 – Presso c/o L’Associazione Centofiori , ARCI SOLIDARIETÀ ONLUS – Via Goito 35/B
• Presentazione dei partecipanti e incontro con le «Gipsy Queens» (iniziativa imprenditoriale proposta da Arci Solidarietà di Roma)
2. Lunedì 14 novembre 2016 – Ore 15.00/18.00 – Presso il VII MUNICIPIO DI ROMA – PIAZZA CINECITTÀ 11 – Sala Rossa IV Piano:
• Presentazione dei partecipanti e della Consulta per l’Integrazione dei Cittadini Stranieri del VII Municipio di Roma, a cura della presidente della Consulta Beatriz Paucara.
• La condizione dei cittadini stranieri: inquadramento normativo a livello nazionale e comunitario Presentazione a cura del Dott. Stefano Amoroso, Associazione La Fabbrica del Vapore.
• Giro di tavolo sullo scenario normativo nel quale operiamo e confronti tra i paesi rappresentati: Italia, Austria, Germania, Svezia e Svizzera.
• Una pratica di successo a «bassa soglia»: i gruppi di auto-aiuto. Presentazione a cura della Prof.ssa Elvira Falbo, Associazione ISSAS.
• Giro di tavolo sulle «buone pratiche» per la promozione di «quartieri inclusivi».
3. Martedì 15 Novembre 2016 – Seminario di Networking – 10.00/12.30 – Presso c/o Cooperativa STAND-UP – VIA MARCO DINO ROSSI 9:
• Giro di tavolo per le presentazioni dei partecipanti e introduzione alle attività realizzate con i migranti ed i rifugiati dalle tre cooperative: Stand-Up, Ermes e L’Arancia
• Le questioni calde: l’abitare, il lavoro e il nuovo flusso di richiedenti asilo e rifugiati. Confronto tra gli operatori e i partner europei

I risultati attesi dalla due giorni di workshop sono:
1. Aumentata visibilità di iniziative dal basso nelle quali nativi e migranti hanno creato valore aggiunto sociale e relazioni di vicinato più inclusive
2. Migliorata la consapevolezza dei decisori politici e amministrativi circa i reali bisogni e l’individuazione di soluzioni win-win (dove tutti vincono)
3. Migliorato il know-how degli operatori e dei formatori e rafforzate le loro competenze riflessive rispetto al contesto sociale e organizzativo nel quale operano