VAL.oR. – Emersione delle conoscenze tacite per una valorizzazione sostenibile del patrimonio culturale nelle comunità rurali e periferiche

La progettazione e l’attuazione del Programma di Formazione per rafforzare le capacità di gestione di senior e giovani adulti impegnati nell’organizzazione e gestione di eventi culturali, saranno valorizzati per attrarre e motivare questi gruppi locali ad aprire prospettive e strategie verso una visione e una cornice europea. Attraverso un approccio dal basso e partecipativo, valorizzando il patrimonio culturale delle comunità rurali e promuovendo scambi transnazionali, miriamo ad aumentare la domanda di educazione tra i discenti adulti, generalmente non impegnati nell’apprendimento permanente. Attraverso il coinvolgimento di questi gruppi locali, spesso composti da leader delle comunità, intendiamo attuare una strategia di sensibilizzazione dell’offerta educativa che possa migliorare il benessere della comunità stessa sfruttando i loro talenti e le loro competenze tacite. Il Programma Formativo mirato a rafforzare le competenze nell’organizzazione e nella gestione dei festival culturali locali è un cavallo di Troia per coinvolgere i leader della comunità nella formazione continua e l’intera comunità in un’esperienza educativa transnazionale. Le occasioni di apprendimento informale saranno specificamente incentrate sulle seguenti competenze chiave: consapevolezza ed espressione culturale, competenze digitali, competenze civiche e imprenditoriali, che sono strettamente collegate all’altra priorità orizzontale che intendiamo raggiungere, correlata alla messa in trasparenza e al riconoscimento degli apprendimenti precedenti. Il riconoscimento delle competenze tacite degli adulti senior, nel valorizzare le conoscenze e le abilità dei membri più anziani di una comunità, potrebbe influenzare positivamente la loro motivazione in un più stretto dialogo intergenerazionale, focalizzato sull’obiettivo comune di mantenere e rinnovare il patrimonio culturale intangibile locale.

Gli obiettivi sono; a) sostenere il personale impegnato nell’educazione degli adulti per sviluppare e attuare un processo per convalidare l’apprendimento non formale e informale; b) assicurare la continua sostenibilità dei festival e degli eventi culturali gestiti localmente nelle comunità rurali, che offrono opportunità educative per tutti e sono motori economici chiave per queste aree; c) sostenere la generazione di nuove idee, rinnovando le proposte culturali dell’UE.

Dieci organizzazioni provenienti dalla Bulgaria, Finlan-dia, Irlanda, Italia, Portogallo, Romania e Svizzera coo-perano per il raggiungimento dei seguenti risultati comuni:
1. Sviluppo di un processo per la convalida dell’apprendimento precedente.
2. Progettazione di un Programma Formativo per Organizzatori di festival culturali e la gestione di eventi locali.
3. Individuazione e messa in trasparenza della conoscenza tacita dei volontari senior.
4. Essere vetrina per le migliori pratiche adottate at-tualmente dai volontari/gruppi locali.
5. Implementazione di un programma di mentoring intergenerazionale per sostenere la prossima generazione di volontari.